• Home
  • Articoli
  • Cradle to Cradle, una sfida a vantaggio delle imprese

Cradle to Cradle, una sfida a vantaggio delle imprese

Dal 1° luglio 2021 il Cradle to Cradle Products Innovation Institute apre alle nuove richieste di certificazione dei prodotti secondo lo standard Versione 4.0

Al momento la comunità Cradle to Cradle in tutto il mondo conta 470 aziende con prodotti certificati, di dimensioni diverse. Più della metà sono piccole e medie aziende, il resto sono grandi multinazionali e startup. Cresce anche il numero di marchi, rivenditori al dettaglio, organizzazioni e programmi internazionali che riconosce a Cradle to Cradle Certified® lo standard di prodotto per decisioni di acquisto responsabili. Cradle to Cradle Certified® rientra anche nell'ambito di programmi di appalti pubblici e governativi, come il programma di acquisti preferenziali dell’agenzia statunitense EPA. Inoltre nel settore dell’Environmental Building, le certificazioni LEED e WELL premiano l'uso dei prodotti Cradle to Cradle Certified®.

La certificazione Cradle to Cradle è lo standard a cui ricorrere per la progettazione e produzione di prodotti che massimizzino la salute e il benessere delle persone e del pianeta. La sua natura olistica rappresenta il vantaggio più grande ma anche la sua sfida maggiore: non c'è nessun’altra certificazione che porti a un miglioramento globale dell’attività umana sotto il profilo di sostenibilità, circolarità, salubrità e responsabilità sociale. Forti dei loro sempre più misurabili progressi e gli impatti positivi, le aziende raggiungono una leadership che possono comunicare chiaramente ai propri stakeholder.

La circolarità nelle politiche europee

In Europa ci sono politiche che inquadrano positivamente la realizzazione dei prodotti Cradle to Cradle Certified®. Si pensi al Piano d'azione per l'economia circolare della Commissione europea, che indica il concetto di circolarità come “strumentale” per raggiungere l'obiettivo UE di neutralità climatica entro il 2050, indicando una serie di misure relative all'intero ciclo di vita dei prodotti. La nuova Strategia in materia di sostanze chimiche sostenibili che determina azioni concrete per rendere le sostanze chimiche sicure e sostenibili; la Nuova agenda dei consumatori che mira a proteggerne i diritti e a rafforzarne il ruolo nella transizione verde. E infine, la Tassonomia UE per la finanza sostenibile: uno strumento di trasparenza per le imprese che stabilisce quali attività apportano un contributo sostanziale agli obiettivi del Green Deal. Inoltre la certificazione Cradle to Cradle contribuisc a elevare la performance ESG di un’azienda migliorandone il valore e la competitività.

L'Unione Europea vuole raggiungere entro il 2050 l'obiettivo di neutralità climatica attraverso dei piani di azione concreti, ad esempio come la nuova Strategia in materia di sostanze chimiche sostenibili, che punta a rendere le sostanze chimiche sicure e sostenibili.

Cradle to Cradle, la consapevolezza dei consumatori
L’interesse dei consumatori per le caratteristiche di sostenibilità dei prodotti e la responsabilità sociale delle aziende produttrici sta crescendo. Una nuova generazione emergente di consumatori sta esortando le aziende a intraprendere percorsi di innovazione sostenibile e a fornire informazioni trasparenti sui loro prodotti. Le certificazioni di parti terze come Cradle to Cradle Certified® svolgono un ruolo importante nella comunicazione verso i consumatori in quanto veicolo di credibilità convalidato da metodi scientifici. A oggi due terzi delle aziende con prodotti certificati Cradle to Cradle hanno sede in Europa, dove c’è la forte tendenza a evitare il green washing ed a costruire un rapporto di fiducia con il consumatore.

Cradle to Cradle Certified supporta gli SDG delle Nazioni Unite
Nella Giornata mondiale dell’Ambiente 2021 (5 giugno 2021) il Segretario Generale delle Nazioni Unite ha ricordato che il 2030 rappresenta in punto di non ritorno per il Pianeta. Lo standard di prodotto Cradle to Cradle Certified® permette ai produttori di compiere progressi misurabili verso gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite. Tutti i 17 SDG sono supportati da Cradle to Cradle Certified® ma in particolare lo sono i seguenti: SDG3, buona salute e benessere; SDG8, lavoro dignitoso e crescita economica; SDG12, produzione e consumo responsabili; SDG13, azione per il clima e SDG17, partnership per il raggiungimento degli obiettivi. Il framework dello standard Cradle to Cradle affronta in modo olistico i temi della sostenibilità ambientale e sociale ed è uno strumento pratico per raggiungere gli obiettivi SDG interconnessi. Con la COP-26 dietro l'angolo, è anche un approccio tempestivo per passare da obiettivi e politiche all'attuazione di azioni tangibili.

Cradle to Cradle Certified Version 4.0

Il nuovo standard offre alle aziende di tutte le dimensioni una soluzione completa per passare dall'impegno all'azione affrontando argomenti di sostenibilità interconnessi e sviluppando prodotti sicuri e circolari. Lo standard consente a marchi, produttori, rivenditori e designer di prodotti di:

1.    Dare priorità all'azione in cinque aree di interesse per la sostenibilità: salubrità dei materiali, circolarità dei prodotti, aria pulita e protezione del clima, gestione dell'acqua e del suolo ed equità sociale.

2.    Mettere in atto una roadmap per il cambiamento, dalla progettazione alla realizzazione del prodotto.

3.    Trasformare i modelli di business con i fornitori e rendere la collaborazione trasparente lungo tutta la catena del valore.

4.    Verificare le prestazioni di sostenibilità e misurare i progressi.

5.    Far parte di una leadership alla guida della trasformazione del settore verso un futuro sicuro, circolare ed equo.

 

Lo standard 4.0 rafforza i requisiti

Cradle to Cradle Certified Versione 4.0 presenta nuovi e migliorati requisiti in tutte le categorie di prestazioni, tra cui:

1.    Nuovi framework per la circolarità del prodotto e l'equità sociale che definiscono le migliori pratiche globali.

2.    Requisiti più rigorosi in Clean Air & Climate Protection che promuovono un'azione urgente per affrontare il cambiamento climatico.

3.    Requisiti estesi nella gestione dell'acqua e del suolo per garantire acqua pulita e terreni sani alle persone ed altri organismi.

4.    Migliore allineamento dei requisiti di salute dei materiali alle principali normative chimiche e altri standard, incluso un nuovo elenco di sostanze soggette a restrizioni.

 

Per ricevere la certificazione Cradle to Cradle®.

I prodotti vengono valutati per le loro prestazioni ambientali e sociali in base a cinque categorie di sostenibilità: salubrità dei materiali, circolarità dei prodotti, aria pulita e protezione del clima, gestione dell'acqua e del suolo, equità sociale. Ad un prodotto viene assegnato un livello di certificazione (Bronzo, Argento, Oro, Platino) per ogni categoria. Il raggiungimento della categoria più bassa di un prodotto rappresenta anche il suo livello di certificazione generale. Lo standard incoraggia il miglioramento continuo nel tempo assegnando la certificazione sulla base di livelli crescenti di conseguimento e richiedendo il rinnovo della certificazione ogni due anni.

Per approfondire il tema della sostenibilità nel settore ufficio leggi anche “Green Office Design in tre parole”

 

 

 

 


A cura della redazione

A cura della redazione

Officelayout è la rivista di Soiel International, in versione cartacea e on-line, dedicata ai temi della progettazione, allestimento e gestione degli spazi ufficio e degli edifici del terziario

Officelayout è la rivista di Soiel International, in versione cartacea e on-line, dedicata ai temi della progettazione, allestimento e gestione degli spazi ufficio e degli edifici del terziario

Soiel International, edita le riviste

Innovazione.PA n. 40

innovazione.PA

La Pubblica Amministrazione digitale
Luglio-Agosto
N. 40

Abbonati
Executive.IT luglio-agosto 2021

Executive.IT

Da Gartner strategie per il management d'impresa
Luglio-Agosto
N. 5

Abbonati
Office Automation luglio-agosto 2021

Office Automation

Tecnologie e modelli per il business digitale
Luglio-Agosto
N. 5

Abbonati