La nuova sede MBCredit Solution

Flessibilità, colore e attenzione al comfort ambientale sono i driver del progetto che ha mirato a un consolidamento dell’immagine del gruppo bancario

Il progetto per l’Headquarter di MBCredit Solution, curato dallo studio di architettura milanese Modourbano, prevede la riconfigurazione di due piani, per un totale di circa 2.000 mq, all’interno dell’edificio Orange Building del Caldera Park, un business center da 110.000 mq ubicato nella zona ovest di Milano e collocato in una posizione strategica rispetto alla rete autostradale e al centro di Milano.

“Gli edifici del Caldera Park sono caratterizzati da grandi spazi uffici indivisi da configurare liberamente in base alle esigenze del cliente, mantenendo inalterate le connessioni verticali e gli spazi servizi – raccontano gli architetti di Modo Urbano –. Dal briefing di progetto è emersa l’esigenza di planimetrie flessibili e facilmente modificabili per assecondare la trasformazione aziendale. Dunque, tenute ferme le funzioni fisse quali reception, salottini clienti e meeting area, localizzate al centro o agli estremi del corpo di fabbrica, si è organizzato lo spazio in modo da avere ampie aree riconfigurabili. Un’attenzione specifica è stata rivolta alla riorganizzazione e consolidamento dell’immagine esistente del gruppo bancario implementando il concept funzionale, il layout interno degli spazi lavorativi e prestando particolare cura nella selezione dei materiali e dei colori. Alla luce di quanto è avvenuto a seguito della diffusione del Coronavirus, possiamo oggi affermare che la flessibilità, driver di progetto, si è confermata un plus fondamentale per interventi puntuali di riconfigurazione degli spazi, come la suddivisione degli open space tramite partizioni vetrate, già previste dal progetto, senza snaturare immagine e concept originario”.

.


Interior design e organizzazione degli spazi

Destinati a ospitare un circa 260 persone, distribuite in differenti dipartimenti, gli uffici sono stati organizzati con una serie di open space affiancati da un ufficio chiuso riservato al responsabile del dipartimento o per limitati gruppi di lavoro.

“Attenzione specifica è stata dedicata alla scelta dei materiali e nella organizzazione degli spazi di lavoro – proseguono gli architetti di Modourbano –. All’interno degli uffici sono stati selezionati infatti materiali e finiture di alta qualità, ergonomia e rispetto per i criteri di sostenibilità ambientale.

Gli ambienti sono distribuiti a partire da un’ampia reception al piano terzo per poi accedere alla zona operativa. Qui troviamo aree in open space alternate ad uffici chiusi dotati di adeguato isolamento per attività di consulenza, inoltre pannelli separé fonoassorbenti dividono le postazioni nelle aree open space per garantire privacy ed abbattimento acustico. La flessibilità degli spazi di riunione e aggregazione è resa possibile grazie alla presenza di pareti mobili che riconfigurano lo spazio a seconda delle esigenze. Il core centrale dell’edificio oltre agli ascensori e ai servizi comuni, ospita le aree break e mensa, stanze stampanti e i salottini per i clienti pensati per meeting veloci e informali”.

Per le postazioni di lavoro e le aree meeting è stato utilizzato in parte arredamento tecnico e in parte arredamento decorativo per le aree d’attesa e i salottini clienti. In particolare, negli elementi di arredo e finitura sono stati utilizzati i colori aziendali: blu per le grandi superfici armadiate e per i tessuti degli arredi, oro per i dettagli quali maniglie, vetrofanie, etc.

L’illuminazione LED, specifica per gli ambienti di lavoro attraverso corpi illuminanti dello stesso spessore, caratterizza anche lo spazio reception grazie alla continuità tra pareti e soffitto per riapparire nelle aree break e comuni. Il sistema integrato nel controsoffitto con illuminazione a LED dedicata ripropone lo stesso effetto per i percorsi distributivi negli spazi di circolazione.

.

credits  foto dell'articolo: Margherita Caldi Inchingolo


Soluzioni per l’architettura contemporanea
ed il design

Modourbano nasce nel 2010 come collettivo di professionisti provenienti da diversi background culturali e dall’ampia esperienza internazionale. Quattro anni dopo, Marco Zuttioni e Luca Romagnoli fondano MU Associati Milano, studio di architettura dedicato alle attività progettuali e design di Modourbano.

Con sede a Milano sin dalla nascita, Modourbano ha partecipato a numerosi eventi internazionali. Nel 2016 lo studio vince la Menzione Speciale al Premio Architetto dell’Anno per il progetto residenziale Procaccini 17 a Milano. Negli ultimi anni lo studio è fortemente cresciuto e oltre alla progettazione residenziale, si è specializzato in soluzioni innovative per banking, corporate e retail, collaborando con brand di primaria importanza – CheBanca! e Compass del Gruppo Mediobanca, ING Direct, HDI Assicurazioni, Banca Tema, Peabodys Coffee Group ecc. Oltre alle attività di progettazione, MU Associati Milano e Modourbano sono impegnati nella diffusione delle conoscenze nel campo della sostenibilità urbana, attraverso l’organizzazione di eventi culturali e la produzione di saggi e articoli.


A cura della redazione

A cura della redazione

Officelayout è la rivista di Soiel International, in versione cartacea e on-line, dedicata ai temi della progettazione, allestimento e gestione degli spazi ufficio e degli edifici del terziario

Officelayout è la rivista di Soiel International, in versione cartacea e on-line, dedicata ai temi della progettazione, allestimento e gestione degli spazi ufficio e degli edifici del terziario

Soiel International, edita le riviste

Copertina
Office Automation
Tecnologie e modelli per il business digitale

Dicembre
N. 12 - Sommario

Abbonati

copertina
Executive.it
Da Gartner, strategie per il management d'impresa

Novembre-Dicembre
N. 11/12 - Sommario

Abbonati

copertina
Innovazione.PA
La Pubblica Amministrazione digitale

Luglio-Settembre
N. 07/09 - Sommario

Abbonati